Capitolo 1 Introduzione

La capacità di fare previsioni ha da sempre affascinato l’uomo. Le previsioni sono state talora considerate segno di ispirazione divina ma spesso anche attività criminali. Il profeta ebreo Isaia, nel 700 a.C. circa, scrisse:

Annunziate quanto avverrà nel futuro e noi riconosceremo che siete dèi.
(Isaia 41:23)

Un centinaio di anni più tardi, nell’antica Babilonia, gli indovini prevedevano il futuro a partire dalla distribuzione dei vermi nel fegato in decomposizione di una pecora. Pressapoco nello stesso periodo, le persone si recavano a Delfi, in Grecia, per consultare l’Oracolo, al fine di ottenere previsioni sul loro futuro. L’Oracolo forniva loro previsioni sotto l’effetto dei vapori di etilene. Chi si occupava di previsioni ebbe vita più dura sotto l’imperatore Costantino, che nel 357 d.C. emanò un decreto che proibiva a chiunque “di consultare un indovino, un matematico o un chiaroveggente \(\dots\) Possa la curiosità di predire il futuro essere messa a tacere per sempre.” Un analogo divieto sulle previsioni venne emanato anche in Inghilterra nel 1736, quando divenne un reato chiedere denaro in cambio di previsioni. La punizione era di tre mesi di reclusione ai lavori forzati!

Le alterne fortune di chi si occupa di previsioni dipendono anche dalla circostanza che se da un lato previsioni veritiere possono sembrare magiche, dall’altro previsioni sbagliate possono essere pericolose. Basti pensare ad alcune famose previsioni circa l’uso dei computer:

  • Penso che ci sia un mercato mondiale per al massimo cinque computer. (Presidente IBM, 1943)
  • I computer in futuro potrebbero pesare non più di 1500 kg. (Popular Mechanics, 1949)
  • Non c’è motivo per cui qualcuno vorrebbe avere un computer nella propria casa. (Presidente, DEC, 1977)

Le ultime due previsioni risalgono a soli tre anni prima che l’IBM producesse il primo personal computer. Non è soprendente perciò che non sia più possibile comprare un computer DEC! Fare previsioni è chiaramente un compito difficile, e le imprese che sono in grado di farlo bene hanno un grosso vantaggio su quelle che invece sfruttano metodi di previsione non adeguati.

In questo libro verranno trattati i metodi più affidabili per effettuare previsioni. L’enfasi sarà posta su metodi che sono replicabili e verificabili, e che si sono mostrati validi nel tempo.