2.5 Grafici stagionali di sotto-serie

Un grafico alternativo che enfatizza le componenti stagionali mette insieme i dati relativi ad ogni stagione in piccoli grafici temporali separati.

a10 %>%
  gg_subseries(Cost) +
  labs(
    x = "Mese",
    y = "$ (milioni)",
    title = "Vendite di farmaci antidiabetici in Australia"
  )
Grafico stagionale per sotto-serie delle vendite mensili di farmaci antidiabetici in Australia.

Figura 2.8: Grafico stagionale per sotto-serie delle vendite mensili di farmaci antidiabetici in Australia.

Le linee blu orizzontali indicano il valore medio mensile per ciascun mese. Questo tipo di grafico consente di vedere chiaramente i pattern stagionali sottostanti, e mostra anche i cambiamenti nella stagionalità lungo il tempo. È particolarmente utile nell’identificare cambiamenti all’interno di particolari stagioni. In questo esempio il grafico non mostra cambiamenti particolari, ma in alcuni casi si tratta del modo più utile per visualizzare i cambiamenti nel corso del tempo.

Esampio: turismo per vacanze in Australia

I dati trimestrali sulle vacanze in Australia forniscono un esempio di come i grafici per sotto-serie possono rivelare informazioni interessanti. In primo luogo è necessario estrarre i dati di interesse dal tsibble tourism. È possibile utilizzare tutti i verbi di manipolazione dei package di tidyverse. Per ottenere il totale delle notti dei visitatori trascorse in vacanza per stato per ogni trimestre (ignorando le regioni) è possibile utilizzare il codice seguente. Si noti che non è necessario raggruppare esplicitamente per l’indice di tempo, poiché questo è richiesto in un oggetto tsibble.

holidays <- tourism %>%
  filter(Purpose == "Holiday") %>%
  group_by(State) %>%
  summarise(Trips = sum(Trips))
holidays
#> # A tsibble: 640 x 3 [1Q]
#> # Key:       State [8]
#>    State Quarter Trips
#>    <chr>   <qtr> <dbl>
#>  1 ACT   1998 Q1  196.
#>  2 ACT   1998 Q2  127.
#>  3 ACT   1998 Q3  111.
#>  4 ACT   1998 Q4  170.
#>  5 ACT   1999 Q1  108.
#>  6 ACT   1999 Q2  125.
#>  7 ACT   1999 Q3  178.
#>  8 ACT   1999 Q4  218.
#>  9 ACT   2000 Q1  158.
#> 10 ACT   2000 Q2  155.
#> # ℹ 630 more rows

I grafici temporali di ogni serie mostrano che c’è una forte stagionalità per la maggior parte degli stati, ma che i picchi stagionali non coincidono.

autoplot(holidays, Trips) +
  labs(x = "Trimestre",
       y = "Pernottamenti ('000)",
       title = "Vacanze nazionali in Australia")
Andamento delle vacanze nazionali in Australia per stato: i dati di ciascuno stato sono rappresentate con linee differenti.

Figura 2.9: Andamento delle vacanze nazionali in Australia per stato: i dati di ciascuno stato sono rappresentate con linee differenti.

Per visualizzare i tempi dei picchi stagionali in ogni stato si può utilizzare un grafico stagionale. La figura 2.10 mostra chiaramente che gli stati meridionali dell’Australia (Tasmania, Victoria e South Australia) hanno un turismo più forte in Q1 (la loro estate), mentre gli stati settentrionali (Queensland e Northern Territory) hanno il turismo maggiore in Q3 (la loro stagione secca).

gg_season(holidays, Trips) +
  labs(x = "Trimestre",
       y = "Pernottamenti ('000)",
       title = "Vacanze nazionali in Australia")
Andamento delle vacanze nazionali in Australia per stato: i dati di ciascuno stato sono rappresentati nei differenti pannelli, le singole linee fanno invece riferimento ai diversi anni.

Figura 2.10: Andamento delle vacanze nazionali in Australia per stato: i dati di ciascuno stato sono rappresentati nei differenti pannelli, le singole linee fanno invece riferimento ai diversi anni.

I corrispondenti grafici per sotto-serie sono visualizzati nella figura 2.11.

holidays %>%
  gg_subseries(Trips) +
  labs(x = "Trimestre",
       y = "Pernottamenti ('000)",
       title = "Vacanze nazionali in Australia")
Andamento delle sotto-serie relative alle vacanze nazionali in Australia per stato.

Figura 2.11: Andamento delle sotto-serie relative alle vacanze nazionali in Australia per stato.

Da questa figura emerge con chiarezza che il turismo austrialiano occidentale è aumentato notevolmente negli anni recenti, mentre il turismo in Victoria è cresciuto in Q1 e Q4 ma non a metà dell’anno.